BOB – Beyond Our Boundaries

Mi piaci se ti muovi! Non si tratta del trailer del nuovo cartone Dreamworks, bensì del nome dello stand presso il quale Lorenzo Daidone presenterà, durante la Maker Faire di Roma, (1-3 dicembre) la sua attività ludico-educativa.

Ad apprezzare il movimento del partecipante non sarà Re Julian, ma BOB (Beyond Our Boundaries).

Bob

Si tratta di un omino stilizzato, capace di riprodurre sullo schermo i movimenti del corpo di chi si cimenta nell’attività. Sullo schermo, l’avatar BOB è sottoposto ad una pioggia di figure geometriche piane di diverso colore; aumentando il tempo di gioco, le figure si rimpiccioliscono e la “pioggia” si intensifica. Più figure sono colpite, maggiore sarà il punteggio finale.

La caduta di oggetti è accompagnata da una musica, il cui ritmo aumenta progressivamente.

 

Al di là della componente ludica, Daidone si è soffermato sui possibili utilizzi in campo disabilità. Ha infatti dotato il gioco di un sistema di statistiche che permette, ad esempio, di verificare eventuali associazioni dell’utente fra forme/colori/musiche e sentimenti negativi.

Il gioco fornisce inoltre informazioni che potrebbero risultare utili nell’orientare l’utente verso la scelta di uno sport adatto a lui: al termine della prestazione sarà possibile verificare quale percentuale di oggetti è stata colpita con la testa, quale con gli arti inferiori o superiori.

Come suggerisce il nome del suo protagonista virtuale, la finalità del gioco è quella di combattere o, almeno in un primo tempo, individuare ciò che crea una situazione di disagio nell’utente. Attraverso la ripetizione del gioco si ritiene che l’utente possa abituarsi ad avere contatti con ciò che lo turba ed esca da quest’esperienza più sicuro di sé. Non si tratta solo di limite psicologico, ma anche di competizione fisica con se stessi, cioè il tentativo, volta per volta, di migliorare il proprio punteggio. Parallelamente, complice la crescente difficoltà del gioco, è richiesta all’utente una maggiore precisione nei movimenti: affinare la motricità grossa è proprio uno degli obiettivi su cui Daidone ha puntato maggiormente.

Il gioco favorisce il lavoro di coppia, è possibile infatti cercare di superare i propri limiti insieme: è sufficiente che entrambi i giocatori si posizionino di fronte alla Kinect; sullo schermo comparirà un secondo avatar con la collaborazione del quale fare incrementare il punteggio.

La Maker Faire di Roma è un’occasione per fare domande riguardo al gioco direttamente al suo ideatore. Lo stand presso il quale Daidone esporrà si trova nel padiglione della Robotica (6 – F34).

Mi piaci se ti muovi – I like to move it @ Maker Faire Rome 2017

Estro sarà espositore alla Maker Faire di Roma dall’1 al 3 Dicembre 2017.

Orario:

  • Venerdì 1 dicembre: 9:00 – 19:00
  • Sabato 2 dicembre: 10:00 – 19:00
  • Domenica 3 dicembre 10:00 – 19:00

Attività proposte:

  1. Il visitatore si muove davanti ai dispositivi di acquisizione (kinect + leap motion).
    I movimenti vengono riprodotti in tempo reale dal robot umanoide NAO. Sul monitor sono mostrati dati significativi sui movimenti compiuti.
  2. Gioco interattivo. Il gioco crea documentazione e statistiche sulla performance dell’utente. Tale documentazione potrà essere prodotta ad un medico per l’analisi dei dati e potrà essere utile soprattuto nel caso di soggetti con disabilità motorie per monitorarne i progressi nel tempo.

Maggiori informazioni:

http://www.makerfairerome.eu/it/espositori/?ids=2050

 

daidone kinect leap motion nao

 

 

Estro will be an exhibitor at the Maker Faire of Rome from the 1st to the 3rd December 2017.

Timetable:

  • Friday 1st December: 9:00 – 19:00
  • Saturday 2nd December: 10:00 – 19:00
  • Sunday 3rd December: 10:00 – 19:00

Proposed activities:

  1. The visitor moves in front of the capture devices (kinect + leap motion). The movements are played in real time by the NAO humanoid robot. Significant data on the movements are shown on the monitor.
  2. Interactive game. The game creates user performance documentation and statistics. This documentation can be produced by a doctor for data analysis and may be useful especially in the case of motor-impaired persons to monitor their progress over time.

More information:

http://www.makerfairerome.eu/it/espositori/?ids=2050

 

NAO – Kinect – Leap Motion

In most cases, when approaching a robot controlling software, the attention paid by developers in designing the GUI turns out to be poor.
The innovation introduced with the NUI makes possible to have a wide range of applications that allow the user to interact employing movements and a natural language.

Some fields of application:

  • Disability: Refine the fine/gross motor skills. By subjecting targeted interactive games to the user, you can keep track of progress over time, and then make statistics about them. This allows you to treat not only in hostile places such as medical rooms but also in other contexts more pleasing to the individual.
  • Autism: Autistic subjects have great difficulty in establishing visual contact with other people but thanks to NAO, who can attract their attention, visual contact is held for a long time, without the child experiencing intimidation or anxiety. Registering movements that give the robot a more “human” attitude helps to make sessions longer and more effective.
  • Artificial Intelligence: Allow humanoid robots or virtual characters to reproduce and recognize the gesture and the typical movements of an individual, giving them a “more humane” behaviour.
  • Remote control of devices: In situations of danger or impossibility, it is essential to remotely control robots, in order to prevent damage to things or people (eg disinfection of devices).
  • Universal Language for Robots: Command N robots involves learning of different N interfaces. By using a universal language of gestures, a gesture is associated with a certain behavior, whatever the robot is. This would mean learning a single language for infinite robots!

Enjoy the video!

NAO and Kinect

ENG 🇬🇧:
In situations of danger or impossibility, it is essential to remotely control robots. The software is intended as a framework for the development of interactive applications.
In most cases, when approaching a robot controlling software, the attention paid by developers in designing the GUI turns out to be poor.

The innovation introduced with the NUI, now makes, nowadays, possible a wide range of applications that allow the user to interact employing movements and a natural language.
A potential application, could be a remotely controlled robot, both for anthropomorphic robots and not.

Furthermore, the platform could be used for medical treatment, as an example in the field of severe disabilities, in order to keep track of progress, developing applications that present to user games in order to improve fine and large motricity.
In this thesis, the framework has been implemented in the following way: the human moves in front of capture device. Through a wireless communication system, the robot reproduces in real time what the human performs.

Feel free to contact me.

 

ITA 🇮🇹:
In situazioni di pericolo o di impossibilità, risulta essenziale comandare in remoto dei robot. Il software si propone come un framework per lo sviluppo di applicazioni interattive.
Nella maggior parte dei casi, quando si approccia un software per il controllo di un robot, l’attenzione che gli sviluppatori pongono nella progettazione dell’interfaccia grafica (GUI), risulta risulta essere scarsa.

L’innovazione introdotta con la NUI (Interfaccia Utente Naturale) rende ora possibili una vasta gamma di applicazioni che consentono all’utente di interagire con il dispositivo utilizzando i movimenti e un linguaggio naturale.

Una possibile applicazione del framework, potrebbe essere quella di pilotaggio remoto di robot, sia per dispositivi antropomorfi che non.

Inoltre, la piattaforma potrebbe essere utilizzata per applicazioni mediche, ad esempio nel campo delle disabilità gravi, per tenere traccia dei progressi, sviluppando applicazioni che sottopongano all’utente giochi al fine di affinare motricità grossa e fine.

In questa tesi, il framework è stato implementato nel seguente modo: l’umano si muove davanti al dispositivo di acquisizione. Mediante una comunicazione senza fili, il robot riproduce in tempo reale ciò che l’umano esegue.

Mi contatti per maggiori informazioni.

Multiple NAO controller with GUI

With the NAO robot control software, you can’t control more than one device at a time.
The software allows you to control multiple robots at the same time, with a user friendly GUI.

The main goal is to ensure maximum robustness.

It can be used in public occasions with entertaining purposes.

Here the result:
I apologise for the noise and for the laboratory a little bit messy! 😉

BYOR library

As School of Robotics programmer, I have developed a library that integrates many basic functions used to implement educational robotics applications on Arduino-based robots and in particular for the BYOR robot.
In the library there are methods for controlling actuators, sensors, playing sounds and other interesting features.

This library will be used by Fraunhofer IAIS as the basis for the code generator, that will make possible program BYOR robot using the Open Roberta Lab. The aim of Open Roberta project is to overcome technical and professional barriers for teachers and students alike. The free cloud-based platform “Open Roberta Lab” can be used at any time by any device using standard Internet browsers.

Library at: https://github.com/lorenzodaidone/byor-library

Cayenne tutorials

🇬🇧
Cayenne is a platform that allows you to easily develop projects of the Internet of Things.
There is a fair amount of online resources on Cayenne. None of them in Italian.
That’s why we decided to periodically publish a series of tutorials on Cayenne and some of its features.
These resources will be available to everyone, free downloadable.
Click the following link to go to the download page:

https://estro.co/cayenne-tutorials/

🇮🇹
Cayenne è una piattaforma che permette di sviluppare in modo semplice progetti dell’IoT (Internet of Things).
È presente una discreta quantità di risorse online su Cayenne. Nessuna di queste in italiano.
Ecco perché abbiamo deciso di pubblicare periodicamente una serie di tutorial su Cayenne e alcune sue funzionalità.
Tali risorse saranno disponibili a tutti, gratuitamente scaricabili.
Clicca al seguente link per andare alla pagina del download:

https://estro.co/cayenne-tutorials/